Cessione Samp, il Secolo XIX: contatti con Radrizzani. Vidal: “clima di accelerata”, ecco la lista dei possibili interessati.

Altro fronte caldo, la cessione della società. «Ai contatti di avvicinamento ricevuti nei giorni scorsi, se n’è aggiunto un altro, un fondo straniero. Procediamo con le verifiche di ogni contatto, per poi eventualmente aprire tavoli di negoziazione. Tutto è ancora in predicato, ma siamo sempre in un clima da accelerata», ha dichiarato ieri Vidal.

E uno dei nuovi contatti è riconducibile a Andrea Radrizzani. Non un nome nuovo per il calcio italiano e nemmeno per quello blucerchiato. Si era già avvicinato alla Sampdoria prima di buttarsi sul calcio inglese e rilevare il Leeds, nella primavera del 2017, «ci furono contatti ma non c’erano i tempi giusti» aveva raccontato in seguito. E proprio in questo periodo starebbe per cedere tutte le sue quote del club inglese al fondo 49ers Enterprises, controllato dalla franchigia Nfl dei San Francisco 49ers. Operazione, si dice, da più di 530 milioni di dollari. Che gli garantirebbe un’ampia disponibilità economica se avesse di nuovo l’idea di acquisire il club doriano. Il nome di Radrizzani sta girando già da qualche ora negli ambienti sportivi e finanziari italiani. Il profilo del soggetto infatti è, sarebbe, idoneo a chiudere un’operazione del genere.

Resta viva la pista che conduce a Dubai e all’incontro avuto ai primi di novembre attraverso degli intermediari della Camera di Commercio Italiana negli Emirati, introdotti da una banca emiliana. Smentita la smentita fatta in seguito di Massimo Ferrero, «siamo andati là per un incontro relativo alla vendita dei diritti televisivi del campionato per il Medio Oriente». Nessun incontro era previsto e organizzato al riguardo dai presidenti delle società di Serie A e nemmeno a conoscenza della Lega. E peraltro quei diritti televisivi al momento sono trattati da Infront e Img, che non hanno sedi operative centrali a Dubai. Pochi giorni dopo è arrivato a Milano il manager Fahad Al Gergawi, a capo del Dubai Investment Development Agency, dalla ampissima disponibilità. Uno scambio di documenti con Vidal è in corso e una nuova trasferta in Italia da parte di rappresentanti del fondo sarebbe programmata prima di Natale. L’improvviso arresto di Ferrero non dovrebbe avere creato turbative a questo contatto. Si è comunque ancora distanti da una fase conclusiva ma sarebbe una delle opzioni considerate più attendibili e potenzialmente promettenti.

Resta sempre accesissima e considerata altamente credibile la voce, e la corrente di pensiero, che darebbe invece già alle fasi conclusive (con tanto di closing annunciato prestissimo, comunque entro i primi di febbraio) la cessione della Sampdoria a una cordata riconducibile a Gianluca Vialli e Jamie Dinan, con il coinvolgimento del solito Fausto Zanetton. E la supervisione e la benedizione di Edoardo Garrone. Il grande sogno della tifoseria blucerchiata, che sta aspettando Vialli ormai da più di tre anni. E che lo preferirebbe di gran lunga, a prescindere, da qualunque altro pretendente.Tra gli altri soggetti che gravitano attorno alla Sampdoria, permangono gli interessi di Luca Baraldi per conto di Massimo Zanetti (il signor Segafredo) e di Stefano Chisoli, ex presidente dello Spezia, per conto presumibilmente di Gianpiero Fiorani, uomo di fiducia di Gabriele Volpi.Gli sviluppi futuri sono strettamente collegati alla sentenza del Tribunale Fallimentare di Roma sul concordato di Eleven Finance, che si sta aspettando da giorni e il cui “ritardo” potrebbe spiegarsi con gli sviluppi dell’indagine della Procura di Paola. E all’esito dell’adunanza dei creditori per Farvem, al momento fissata al 15 dicembre. In caso di bocciatura e quindi di avvio del procedimento fallimentare, lo scenario cambierebbe

Lo riferisce il SecoloXIX

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: