CdA Samp, Panconi: “Mai stato braccio destro di Ferrero. Estinguo un debito verso memoria P. Mantovani. Lavorerò per il bene della Samp”.

“Accettando la nomina nel CdA della Sampdoria, lascio un incarico prestigioso in Ernst & Young, di cui sono anche azionista. Venderò le mie quote per assumere responsabilità nella Sampdoria, come un atto di amore e per estinguere un debito con la memoria di Paolo Mantovani: nella mia vita mi sono sempre ispirato ai suoi valori. Mi accosto a questo incarico con prudenza e rispetto per la storia della Sampdoria a cui voglio bene, faremo di tutto e di più per la società. E’ una situazione difficile ma ci sono tutti gli elementi per venirne fuori. Tengo a precisare di non essere mai stato il ‘braccio destro di Ferrero‘. Semplicemente come Ernst & Young ho assistito la Sampdoria nella gestione del debito. Ora questo ruolo, mi porta a rinunciare a tutto il resto. Spero di tornare a fare il mio lavoro dopo aver aiutato la Sampdoria a tornare a far bene. Ora è il momento per tutti di stringersi attorno alla Sampdoria per il suo bene”.

Queste le belle parole di Gianni Panconi a Primocanale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: