Terremoto Vidal: ancora indagini in corso per il caso Eutelia. Occhi puntati sul custode della Sampdoria. Ecco i documenti.

Il caso Eutelia scoppia nel 2010 con il commissariamento dell’azienda e la perdita del lavoro per circa 2500 persone che da un giorno all’altro si trovano in mezzo alla strada. La speranza di ottenere nuovi sbocchi lavorativi con la nuova gestione commissariale e soprattutto l’auspicio di un reintegro di tutti i dipendenti da Agile in Eutelia in seguito alla sentenza del Tribunale che dichiarava antisindacale il trasferimento in Agile purtroppo svanisce con il passare dei giorni. La speranza di riottenere il nostro posto di lavoro grazie alla buona condotta aziendale sparisce come d’incanto e si apre dinnanzi a noi un vero e proprio incubo, in cui personaggi senza scrupoli agiscono nel torbido al fine di perseguire un esclusivo interesse personale. I Commissari nominati dallo stesso Tribunale che dichiarava l’amministrazione straordinaria dell’azienda, pensano bene di SVENDERE l’azienda per poco piu’ di 15 milioni a fronte di perizie che ne attestano un valore di oltre 200 milioni di euro. E’ cosi’ che i TFR dei lavoratori, le commesse acquisite con professionalita’ negli anni e le speranze di riprendere l’attivita’ lavorativa naufragano definitivamente.Come è possibile che ciò sia accaduto? Cio’ e’ avvenuto perche’ i Commissari di Eutelia, coloro che avevano il compito di preservare la ricchezza aziendale nell’interesse soprattutto dei lavoratori, hanno svenduto le infrastrutture e tutte le attività di Eutelia per soli 15.7 milioni di Euro a fronte di perizie da loro stessi richieste, che ne decretavano un valore di oltre 207 milioni di Euro! Tutto questo nel silenzio assordante del sindacato, che anzi ha avallato ogni loro mossa, e degli enti preposti al controllo della gestione commissariale.In conclusione il ramo telecomunicazioni di Eutelia valutato inizialmente 202 milioni di euro, viene ceduto a soli 15 milioni!”
(toghesporche.net)”Il gip di Arezzo, Fabio Lombardo, con una ordinanza coraggiosa ed onesta, ha rigettato la richiesta di archiviazione proposta dalla procura di Arezzo in merito alle denunce per corruzione presentate contro i commissari di Eutelia, Daniela Saitta, Francesca Pace e Gianluca Vidal e il funzionario dell’agenzia delle entrate Aldo Cerisano. (Toghesporche.net)

“Nell’ordinanza vengono accolte quindi le tesi di Samuele Landi che chiede un processo per i 4 indagati. Di seguito potete leggere le motivazioni che hanno portato il gip a respingere, caso piu’ unico che raro in Italia, la richiesta di archiviazione della procura.” , Il commento di Landi .in allegato l’ordinanza e in seguito il PDF di denuncia.

In caso di contestazione siamo a disposizione, Quello che è stato riportato è derivato da atti ufficiali.

denuncia_arezzo_201911

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: