Verso Samp-Torino, si lavora per i rinforzi: Gabbia puntello per la difesa. E con Carrascal via al tridente.

La Samp continua la fase di avvicinamento alla sfida casalinga con il Torino, in programma sabato al “Ferraris” (ore 15). Come noto l’emergenza numero uno della sfida contro i granata di Juric sarà la difesa centrale (ko Yoshida, assente Colley, squalificato Chabot, ci sono solo Ferrari e Dragusin per quei due ruoli) ma dopo Conti potrebbe arrivare di nuovo dal Milan il soccorso a mister D’Aversa. Corte Lambruschini sembra sempre più vicina a Matteo Gabbia, difensore classe ’99 che ha trovato poco spazio alla corte di Stefano Pioli in questa prima parte di stagione. Il centrale avrebbe il compito di sostituire Yoshida e Omar Colley che per tutto gennaio non saranno a disposizione. Non è l’unico centrale seguito, uno dei nomi alternativi che si fanno è Nicolas Nkoulou del Watford, ma preoccupano le imperfette condizioni fisiche. Intanto per l’attacco oltre al possibile sostituto di Torregrossa si sondano esterni offensivi che potrebbero consentire a D’Aversa di varare il 4-3-3. Oltre a Grifo del Friburgo e la coppia Vignato-Orsolini del Bologna, la Samp monitora anche l’argentino Jorge Carrascal, talento classe ’98 in uscita dal River Plate (dopo l’arrivo di Tomas Pochettino e la trattativa per l’acquisto di Juan Fernando Quintero). È una delle tante suggestioni per dotare D’Aversa delle frecce laterali che gli consentirebbero di passare dall’attuale 4-4-2 al tridente.

Intanto ieri nella seduta mattutina al “Mugnaini”, come riporta Il Secolo XIX, le buone notizie sono arrivate dal recupero di Bereszynski, che torna a disposizione per il Torino, e da quello probabile di Ekdal. Per sabato ancora niente da fare invece per Verre, Audero, Yoshida e naturalmente Mikkel Damsgaard che continua in Danimarca la propria riabilitazione. Oggi è prevista una seduta pomeridiana a Bogliasco.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: