Conferenza Lanna: “Grandissima responsabilità, uniti e compatti per il bene della Sampdoria. Vialli? Non parlerebbe nemmeno sotto tortura”.

Queste le parole del Presidente Marco Lanna in conferenza stampa:

“Per poter far il bene della Sampdoria ho bisogno ci sia una grande unità di intenti da parte di tutti. Chiedo di lasciare un po’ da parte i problemi accaduti in questi anni e guardare al futuro rimanendo uniti”.

Il nuovo numero uno blucerchiato ha le idee chiare: compattezza e unione d’intenti per fare il bene della Sampdoria e dei tifosi: “Ho dato la disponibilità a questo incarico anche perchè il momento era difficile e io nella mia vita non ho mai avuto paura di affrontarli. Nel 2001 sono tornato in un momento dove si rischiava di retrocedere in C. Il mio cuore mi ha detto di accettare questo incarico e metterci la faccia”.

Ha poi aggiunto: “La cosa più importante è rimanere in Serie A. Arrivare a fine stagione con le nostre gambe a livello economico e vorrei riavvicinare la società ai tifosi. Non mi piace parlare ma fare i fatti. Voglio capire i problemi dei tifosi e capire perchè c’è stato questo allontanamento”.

“C’è l’avvocato Romei, il direttore sportivo Faggiano, ora anche Carlo Osti. Diciamo che il mio compito è fare il supervisionare. Lascio a loro la parte operativa. Faggiano lo fa di mestiere, l’avvocato Romei lo ha fatto nei mesi in cui era a Genova. Siamo in contatto quotidiano per condividere idee e scelte. E’ un lavoro d’equipe in cui ci dividiamo i compiti”.

I tifosi blucerchiati hanno accolto con entusiasmo la nomina di uno dei calciatori che hanno alzato al cielo lo scudetto del 1991. Marco Lanna li ha ringraziati per l’accoglienza ricevuta: “Ho ringraziato i ragazzi per l’accoglienza. Ho anche detto che questa accoglienza cercherò di meritarmela sul campo. Il mio amore per la Sampdoria va bene ma non sarò solo la facciata. Sarò molto operativo in tanti settori. Cercherò di fare tante cose per gli obiettivi di cui ho parlato prima”.

Oltre ai tifosi, parte della conferenza si è soffermata sui vecchi compagni di squadra del nuovo presidente blucerchiato. Uno fra tutti, Gianluca Vialli: “E’ un amico. Diciamo che non direbbe nulla neanche sotto tortura. Sulle trattative se ne occupa Vidal. Noi dobbiamo andare avanti per la nostra strada”. Anche gli altri ex compagni hanno mostrato vicinanza: “Ho sentito tutti. Noi abbiamo una chat che ci messaggiamo. Mi hanno chiamato tutti”, ha concluso il presidente blucerchiato.

Prima la conferenza stampa, poi alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport 24. Così Marco Lanna sul nuovo incarico e il rapporto con i tifosi: “È una bella responsabilità. Mi hanno catapultato in un altro mondo. È un obiettivo e ci metterò tutte le forze che ho per far tornare lo ‘stile Sampdoria’. Ringrazio tutti i tifosi che mi hanno manifestato stima e fiducia. Ora arriva la parte difficile: dimostrare di meritarmi tutto questo affetto. Vorrei riavvicinare i tifosi alla squadra, che si sono un po’ allontanati in questi ultimi anni”.

Marco Lanna commenta poi la questione Mohamed Ihattaren, in seguito alle pesanti dichiarazioni del classe 2002: “Il giocatore non è stato abbandonato. Anche sulla questione degli stipendi ci sono delle inesattezze. Gli stipendi non sono stati pagati in accordo col giocatore. Alcune inesattezza poteva evitarsele”. Infine, una battuta sul mercato: “Stiamo valutando diverse opportunità. Qualcuno dovrà anche uscire. Stiamo lavorando insieme a Faggiano e Roberto D’Aversa per migliorare la squadra”, ha concluso il presidente blucerchiato.

Gianluca di Marzio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: