Caso plusvalenze: ecco cosa succede ora e cosa rischia la Sampdoria.

Dopo la notifica di deferimento inviata a 11 club tra i quali è compresa la Sampdoria, il tribunale avrà 10 giorni di tempo per fissare l’udienza, che dovrà celebrarsi entro 30 giorni.

Le posizioni più delicate sarebbero quelle di Parma, Pisa e Pescara, che senza le plusvalenze non avrebbero avuto i requisiti per l’iscrizione al campionato.

Per le altre, i legali escludono la possibilità di eventuali penalizzazioni in classifica. La sensazione è che si vada verso delle sanzioni amministrative con possibili squalifiche per alcuni dei dirigenti coinvolti.

I dirigenti della Sampdoria tuttora tesserati sono Romei, lenca e Invernizzi. La società in un comunicato dice di avere sempre operato nel rispetto delle leggi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: