Osti e Faggiano corteggiati da Bologna e Frosinone. Se uno dei due salutasse non verrebbe sostituto.

In questa fase di calma del mercato dei calciatori alcune voci hanno coinvolto entrambi i dirigenti blucerchiati, Carlo Osti e Daniele Faggiano. Peraltro legati fino al giugno del 2023 alla Sampdoria.

Il responsabile delle aree tecniche blucerchiate nei giorni scorsi è entrato nel casting del Bologna, che già in passato aveva cercato Osti. Nelle ultime ore però sarebbe passato in pole Guido Angelozzi, attualmente ds del Frosinone. Altra piazza dove circola il nome di Osti è quella di Verona, Tony D’Amico a fine campionato potrebbe lasciare, si dice per trasferirsi all’Atalanta

Le voci che coinvolgono Faggiano sono legate indirettamente a quelle che tirano in mezzo Osti. Perché Faggiano sarebbe proprio il profilo preferito dal presidente del Frosinone, Maurizio Stirpe, nel caso la trattativa tra Angelozzi e il Bologna andasse a buon fine. La squadra gialloblù punta a disputare i playoff promozione. Ma non solo il Frosinone, c’è anche un’altra ambiziosa società di B che sarebbe interessata a Faggiano ed è il Benevento.

Il cda blucerchiato (Romei, Lanna, Panconi, Bosco) e il collegio sindacale (Pollio) non si sono ancora confrontati sull’organigramma, e i suoi numeri, della prossima stagione. Chiaramente i due dirigenti hanno il contratto in essere, ma, secondo quanto scrive Il Secolo XIX, se uno decidesse di cominciare un nuovo percorso e nel frattempo non fosse cambiata la proprietà, quasi sicuramente non verrebbe sostituito. Al momento la divisione dei compiti prevede che Osti viva a stretto contatto con la squadra, a cominciare dagli allenamenti a Bogliasco, e che Faggiano si dedichi a un lavoro di scouting principalmente in giro per l’Italia. Il ds si aggrega alla squadra solo il giorno della partita, a volte nel ritiro della vigilia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: