Hellas Verona-Sampdoria: sarà l’ultima spiaggia? No, però è ora di cambiare rotta. Il nostro pensiero.

La partita contro l’Hellas Verona, che si giocherà Sabato 23 Aprile, sarà l’ultima spiaggia per i nostri ragazzi e per la nostra salvezza? Di certo no, ovvio però che qualcosa deve cambiare.

Non ci aspettiamo sicuramente di andare a Verona e dominare, restando realisti, quest’anno l’Hellas ha mostrato di essere un avversario molto difficile da battere, soprattutto in casa.
Infatti, le statistiche in casa sono nettamente superiori rispetto a quelle in trasferta: 9 vittorie in casa contro le 4 in trasferta e 29 punti conquistati al Bentegodi contro i 19 nel resto d’Italia.
Statistiche della Sampdoria invece più eque, 4 vittorie all’interno del Ferraris e 4 fuori casa. Andando però più in dettaglio, ci si può accorgere che le ultime due vittorie in trasferta risalgono al 20 marzo contro il Venezia e addirittura, si deve tornare al 21 novembre 2021, contro la Salernitana.
Sono numeri perciò che spaventano, e non poco le fila sampdoriane.

Forse Giampaolo, oltre che guardare queste statistiche, sta iniziando a capire che il suo classico modulo (4-3-1-2 alternato ad un 4-3-2-1), con i giocatori che ha a disposizione, non può funzionare; inoltre, come ci è potuto sembrare, alcuni giocatori nell’ultimo periodo sono parsi anche abbastanza svogliati (sarà colpa del modulo o altro?).

Allora ecco che, per la prima volta nel campionato, già dal 1′ minuto, il Mister disporrà la squadra con un modulo diverso, ancora da decidere, ma iniziando un cambiamento verso un fine campionato che si sta facendo davvero complicato per la Samp. Infatti, sta decidendo se usare un 4-4-2, modulo usato ad inizio anno con D’Aversa e ancor prima, da Ranieri, o se optare con una difesa a 3, utilizzando 5 centrocampisti e 2 giocatori offensivi: basterà però cambiar modulo?
Pensiamo di no, deve cambiare, anche o forse soprattutto, l’atteggiamento, la disposizione in campo, la voglia, lo spirito di sacrificio e bisogna lottare su ogni pallone.

Non chiediamo per forza 3 punti a Verona, sappiamo tutti quanto sia difficile quel campo. Chiediamo solo, a nome di tutti i tifosi, che questa partita venga sudata e lottata fino all’ultimo istante da tutti gli 11 titolari e dai vari sostituti a gara in corso. Chiediamo di non essere ridicolizzati, ed affrontare la partita come una squadra che sta lottando per salvarsi, e non da squadra di metà classifica senza nessuno stimolo.

Chiediamo troppo? Speriamo di no, non dovremmo nemmeno dirlo, eppure eccoci qua a ripeterlo per l’ennesima volta. Ma si sa, tifare Sampdoria, significa anche saper soffrire, non solo gioire.

E allora, FORZA SAMPDORIA!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: