Samp-Genoa: conferme sul 4-5-1. La situazione di Ekdal e Conti, ancora dubbi su Giovinco.

Dopo la doppia seduta di martedì, ieri la squadra si è ritrovata al pomeriggio. Al Mugnaini ha fatto capolino anche il presidente Marco Lanna, presenza costante nel centro sportivo blucerchiato.

Giampaolo e il suo staff sono entrati più nel vivo della preparazione tattica. Il modulo resta da decidere ma la soluzione in vantaggio è il 4-5-1 che a Verona ha comunque dato più compattezza alla squadra e su cui si sta continuando a lavorare. In alternativa 4-4-2 e 4-3-1-2.

Anche ieri, Conti ha lavorato in gruppo e ha preso parte alla partitella finale che ha chiuso l’intensa seduta tecnico-tattica. L’esterno va verso il rientro tra i convocati. Meno chance per Giovinco, che ha svolto una seduta personalizzata dopo le esercitazioni effettuate con gli altri attaccanti martedì. Di sicuro non ci sarà Gabbiadini, uomo-derby all’andata, 4 gol nella stracittadina, alle prese con la lunga riabilitazione dopo la rottura del crociato.

Gli allenamenti di oggi e domani chiariranno ulteriormente le intenzioni di Giampaolo. In difesa il ballottaggio è a sinistra tra Augello, titolare al Bentegodi e Murru. Più dubbi a centrocampo, dove bisogna fare i conti con l’assenza dello squalificato Rincon e le condizioni sempre un po’ incerte di Ekdal che però Giampaolo conta di avere dal 1′ , secondo Il Secolo XIX Vieira dovrebbe essere l’alternativa.

Ragionando nell’ottica del 4-5-1, gli interni sarebbero Thorsby e Sensi. Largo a destra Candreva, a sinistra Sabiri, ma con un Damsgaard che ora pare pronto a iniziare a garantire un minutaggio più consistente. Davanti Caputo e Quagliarella gestiscono le forze anche in settimana, con Ciccio favorito e il capitano pronto a dare una mano a gara in corso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: