Giampaolo nella storia: unico ad aver vinto 5 derby. Ieri una delegazione della Sud al Mugnaini per ringraziare.

Ieri una delegazione di Gruppi della Sud (già mobilitati per la trasferta con la Lazio) si è presentata fuori dal cancello del Mugnaini, per ringraziare allenatore e calciatori, ai quali appunto avevano chiesto venerdì all’Ac Hotel «di entrare nella storia».

Giampaolo nella storia c’è già, imbattuto nel derby e con 5 vittorie in 7 confronti è diventato l’allenatore plurivittorioso, lasciando Gasperini a quota 4.

Quella di sabato, come ricorda Il Secolo XIX, è stata la sua vittoria numero 100 in A, a 6054 giorni di distanza dalla prima, il 2 ottobre 2005 con l’Ascoli. Vincendo il derby di ritorno “agrario” (all’andata il netto 3-1 porta la firma di D’Aversa) è riuscito a ricompattare la squadra con una tifoseria delusa e amareggiata per gli ultimi risultati e che non avrebbe digerito un altro stop. E anche a riconquistare almeno per qualche giorno quell’unità di consensi attorno al suo nome, in caduta libera nelle ultime settimane. Criticato ferocemente per scelte tattiche e di calciatori.

La risalita è arrivata quando si è snaturato, proponendo un calcio focalizzato sul pragmatismo. Un 4-5-1 ordinatissimo in fase difensiva, ma così distante dalle sue idee, non conciliabili con le qualità, modeste, mostrate da questa squadra costruita storta. Il pari di Verona e la vittoria sul Genoa hanno rilanciato la Samp verso la salvezza, «non ancora raggiunta» il commento di Giampaolo. Che non molla di un millimetro e pretende lo stesso da squadra e staff. Tanto è vero che ha respinto l’ipotesi di premiare tutti con due giorni interi di riposo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: